Natura e poesia sulle rive del Lago di Tarsia: il 6 ottobre due eventi nella Riserva naturalistica calabrese

Il Sentiero natura che costeggia il Lago di Tarsia, sul versante orientale del Comune di Santa Sofia d’Epiro, ha accolto gli amanti del birdwatching ospitando l’edizione 2019 dell’Eurobirdwatch, il più importante evento dedicato che si svolge in oltre 30 paesi europei.

La manifestazione, organizzata in Italia dalla Lipu, si è svolta in ben 25 oasi e riserve sul territorio nazionale e in altre aree protette scelte dai volontari delle sezioni dell’Associazione per la presenza di uccelli selvatici.

In Calabria l’evento si è svolto presso la Riserva naturale regionale Lago di Tarsia dove i volontari della sezione Lipu di Rende, in collaborazione con il personale dell’Ente gestore delle Riserve naturali regionali del Lago di Tarsia e della Foce del Crati-Amici della Terra, hanno guidato i partecipanti alla scoperta delle numerose specie presenti regalando, soprattutto ai bambini presenti, emozioni uniche nell’osservazione di diversità di specie ornitiche come aironi, folaghe, cormorani, rapaci come il falco di palude, anatre, svassi, piccoli passeriformi come l’usignolo di fiume, il cannareccione. Tra le specie di rilievo osservate la cicogna bianca, la cicogna nera, la spatola, la moretta tabaccata, il moriglione e una straordinaria popolazione di svasso con i piccoli a seguito.

Nel presentare l’iniziativa hanno salutato e ringraziato i partecipanti Agostino Brusco, Direttore delle Riserve Lago di Tarsia – Foce del Crati, Roberto Santopaolo, Responsabile della Sezione Lipu di Rende (Cs) e Giorgio Berardi, Coordinatore regionale Calabria della Lipu.


Sempre domenica 6 ottobre nel versante di Tarsia, sulle rive del Lago, è andata in scena la prima edizione “Versi sul Lago”.

La manifestazione, organizzata dall’Associazione “La Città del Crati” in collaborazione con le Riserve naturali regionali del Lago di Tarsia e della Foce del Crati è andata oltre le previsioni.

Si sono dati appuntamento in riva al Lago, in uno scenario naturale da cartolina, alcuni poeti che hanno voluto declamare poesie di propria produzione oppure di altri affermati autori. Recitare vicino alle acque del Crati ,in cui, si narrava un tempo, chi vi si bagnava i capelli diventavano colore oro, ha suscitato suggestioni intense non solo negli interpreti, ma anche in coloro che da vicino hanno vissuto un momento di rara e vera cultura. Emozioni che solo la poesia sa trasmettere andando oltre ogni limite.

Ottimi i contributi di Giuseppe Abbruzzo ed Eugenio Maria Gallo, che hanno declamato in vernacolo; di Pasquale Montalto, Antonella Chiappetta, Mario Iaquinta ed Antonietta Meringola della casa editrice Apollo.

Da sottolineare il contributo di Miss valle Crati 2019, Eliana Fatima D’Agostino e di Miss Mediocrati 2019, Natalia Servolino, Poi, Luigi De Rose, Giuseppe Chiappetta, Pina Ritacco e Franco Barcello. Non è mancato il contributo di Benito Guido e del poeta della Valle dell’Esaro, Damiano Salerno.

Alla presentazione della manifestazione sono intervenuti il Presidente dell’Associazione “La Città del Crati”, Ermanno Arcuri, il Direttore delle Riserve del Lago di Tarsia e della Foce del Crati, Agostino Brusco e l’Assessore all’Ambiente del Comune di Tarsia, Gianclaudio Scaglione.

Chiudi il menu