Le Riserve aderiscono a “M’Ammalia” – la settimana dei mammiferi

Anche quest’anno Le Riserve naturali regionali del Lago di Tarsia e della Foce de Crati aderiscono all’undicesima edizione de “M’ammalia – La Settimana dei Mammiferi”, promossa dall’ATIt (Associazione Teriologica Italiana) e realizzata in collaborazione con l’ANMS (Associazione Nazionale Musei Scientifici), in programma dal 28 ottobre al 10 novembre 2019

Il titolo dell’edizione 2019, “Apollo 11 – mammiferi in movimento, specie che arrivano e specie che tornano”, vuole affrontare il tema dell’abolizione delle frontiere, ovvero l’arrivo di specie native a seguito dell’espansione del loro areale naturale, e l’introduzione volontaria o accidentale di specie aliene da parte dell’uomo. Due fenomeni che hanno valenza e conseguenze molto diverse sia sulle specie che sugli ecosistemi naturali. 

Nel primo caso si tratta di un fenomeno naturale legato alla capacità di dispersione delle specie, che quando incontrano condizioni favorevoli tendono a incrementare le proprie popolazioni e a stabilirsi in nuove aree, che offrano ambienti idonei e risorse che ne garantiscono la sopravvivenza. In Europa, grazie all’adozione di rigorose misure di tutela delle specie e degli habitat, prima fra tutte la Direttiva Habitat, si sta assistendo al ritorno di molte specie che fino a pochi anni fa sono rimaste confinate in aree ristrette.

Nel caso delle specie aliene, introdotte dall’uomo, succede che queste portino all’alterazione degli equilibri naturali e all’estinzione delle specie autoctone, causando spesso danni irreversibili alle comunità biotiche. Ne è esempio lo Scoiattolo grigio americano.

L’Ente gestore delle Riserve – Amici della Terra per l’evento ha programmato visite guidate presso il proprio Museo di Storia Naturale della Calabria – Sezione Diorami Aree Protette della Calabria, con sede a Tarsia dove i diversi allestimenti ripropongono gli ambiti protetti calabresi, con la presenza di alcune specie di mammiferi tassidermizzati e, inoltre, sempre all’interno del Museo è ospitata la collezione di reperti ossei della microteriofauna della Riserva del Lago di Tarsia. Questi reperti, frutto delle attività di ricerca per la realizzazione dell’Atlante dei Mammiferi Terrestri della Riserva naturale regionale del Lago di Tarsia, sono oggetto di attività di educazione e sensibilizzazione sul tema specifico, per le scolaresche, per i visitatori e per gli appassionati.

L’Atlante dei Mammiferi Terrestri della Riserva naturale regionale del Lago di Tarsia, frutto di un accurato studio su campo e in laboratorio, ha permesso d’indagare sulla composizione della comunità di mammiferi terrestri presenti nell’area e di colmare un vuoto in merito alla conoscenza delle specie presenti, sulla loro abbondanza, distribuzione e stato conservativo.

La settimana dei Mammiferi sarà un’occasione importante per far conoscere ai visitatori questo importante patrimonio faunistico attraverso le strutture museali delle Riserve naturali regionali del Lago di Tarsia e della Foce del Crati e i risultati ad oggi raggiunti sullo stato di conservazione e tutela di questa importante componente faunistica.


Riserva Lago di Tarsia – Esemplare di volpe


Riserva Lago di Tarsia – Esemplari di tasso, istrice e volpe ripresi in notturna
Chiudi il menu
error: Content is protected !!