SERVIZI

Tarsia (Palazzo Rossi)

Presso lo storico palazzo del 1700, appartenuto ad una delle famiglie padronali di Tarsia, acquisito e completamente restaurato dall’Amministrazione Comunale, trova sede il Centro Visitatori di Tarsia, caratterizzato da una sala conferenze con oltre 100 posti a sedere. La sala è strutturata con postazioni video-informatiche.

Il Centro Visitatori, ubicato al 1° piano con accessibilità indipendente dalle altre strutture annesse al Palazzo, è un importante punto di riferimento per l’attività di educazione ambientale e per la gestione dei flussi turistici legati alla fruizione naturalistica delle Riserve.

 

 

Santa Sofia d’Epiro (Palazzo Bugliari)

Nel centro storico di Santa Sofia d’Epiro, all’interno di un palazzo del 1700, appartenuto al vescovo mons. Francesco Bugliari, di proprietà dell’Amministrazione comunale di Santa Sofia d’Epiro, trova sede il Centro Visitatori delle Riserve per questo comune. Strutturato in un’ampia sala espositiva al 2° piano, arredata con pannelli didattici-illustrativi contenenti informazioni naturalistiche, scientifiche ed ambientali del territorio delle Riserve.

SEZIONI:

    • Tarsia, ospitante i Diorami dedicati alle Aree Protette della Calabria;


La Sezione Diorami Aree Protette della Calabria, ubicata al piano terra dello storico Palazzo Rossi di Tarsia, in un’area espositiva di 120 mq, è dedicata alle aree protette della Calabria. In particolare tale sezione ospita il Diorama del Parco Nazionale del Pollino; il Diorama del Parco Nazionale della Sila; il Diorama del Parco Nazionale d’Aspromonte e il Diorama dedicato alle Riserve naturali regionali del Lago di Tarsia e della Foce del Crati. Rappresenta una delle strutture maggiormente preposte al raggiungimento delle finalità formative e divulgative sui temi delle scienze naturali, in quanto sintetizza, in spazi limitati, ambienti ed ecosistemi naturali, difficilmente osservabili in natura in tutta la loro complessità.

 

Scarica l’opuscolo della Sezione Diorami Aree Protette della Calabria

    • Santa Sofia d’Epiro, l’Erbario del Crati;


L’Erbario del Crati, costituito al momento da circa 400 tavole, è ospitato in due ampie sale presso lo storico Palazzo Bugliari di Santa Sofia d’Epiro e rappresenta una realtà importante per quanto riguarda l’attività didattica e la ricerca scientifica in questo settore, favorendo la conoscenza di specie vegetali tipiche della flora endemica. La collezione è in numero sempre crescente, considerato che il monitoraggio, lo studio, la raccolta e la preparazione dei campioni vegetali all’interno delle Riserve rappresentano un’attività continua.

Scarica l’opuscolo della Sezione Diorami Aree Protette della Calabria

    • Cassano allo Ionio, è in fase di realizzazione la Sezione del Museo del Mare.

ALTRI SERVIZI ATTIVATI SONO:

Il Laboratorio di Botanica è un importante centro didattico per tutti gli aspetti riguardanti il regno vegetale. Sono presenti, infatti, un microscopio ottico ed uno stereoscopio, una raccolta di vetrini con preparati relativi alle diverse tipologie di strutture vegetali (radici, fusto, foglie, fiore, organuli cellulari quali cloroplasti, parete, ecc) che permettono di effettuare un percorso completo relativamente all’evoluzione delle piante (dalle alghe alle piante superiori), dalle forme più semplici a quelle più complesse con la possibilità di analizzare particolari importanti della struttura e della fisiologia vegetale.

Particolare interessante è rappresentato dalla preparazione dei campioni d’erbario, che prevede diverse fasi: raccolta dei campioni e relativa classificazione; essiccatura sotto pressa; fissatura ai fogli d’erbario con i dati del campione e infine conservazione o allestimento della tavola d’erbario da esporre.

Il Laboratorio di monitoraggio e controllo ambientale è un’altra importante realtà tra i servizi attivati dall’Ente gestore delle Riserve. L’attività del Laboratorio consiste nell’effettuare, periodicamente, analisi sui principali parametri presenti nelle acque del Crati, al fine di determinare e tenere sotto controllo la qualità delle acque, per prevenire fenomeni di inquinamento tali da compromettere l’ecosistema fluviale.

Ospitata all’interno di Palazzo Rossi di Tarsia, la struttura si sviluppa su un’area espositiva di oltre 120 mq ed è articolata in 4 spazi suddivisi in due sale letture (Sala Darwin e Sala Lorenz), una sala riviste ed una stanza direzione ed archiviazione, tutte ubicate al 1° piano. Mentre al piano terra del Palazzo ha sede l’Archivio della Biblioteca.

La Biblioteca Naturalistica Calabrese è tra le pochissime, in Italia, specialistica nell’ambito delle scienze naturali ed ambientali ed è punto di riferimento per quanti studiosi, studenti, naturalisti si occupano di problematiche legate all’ambiente e al territorio.

Realizzato nell’ambito della Misura 214, Azione 6 del PSR Calabria 2007/2013 “Progetti comprensoriali per la salvaguardia del patrimonio genetico nazionale”, il Progetto Con.Vi.vi, “Conservazione in situ e creazione di una collezione ex situ atta a preservare la biodiversità della Vite selvatica (Vitis vinifera ssp. sylvestris), presente nelle Riserve naturali regionali del Lago di Tarsia e della Foce del Crati”.

Il Centro ha la finalità di perseguire i seguenti obiettivi:

    • recuperare specie e varietà a rischio erosione genetica per reintrodurle nei loro ambienti naturali;
    • incentivare azioni di informazione e divulgazione delle risorse genetiche in agricoltura.
 

 

Il Laboratorio di grafica è un centro dove grafici e naturalisti svolgono attività di disegno e di rappresentazione grafica dei temi legati alla natura. Il Laboratorio è provvisto di una sala attrezzata e di un laboratorio informatico.

Diversi sono i lavori curati dal Laboratorio e pubblicati dall’Ente gestore operativo delle Riserve.

Il CEA delle Riserve, Centro di Esperienza Ambientale, promosso dalle Riserve naturali regionali del Lago di Tarsia e della Foce del Crati, all’interno della Rete INFEA del “Sistema regionale di Informazione, Formazione ed Educazione ambientale”, è accreditato e certificato dalla Regione Calabria – Dipartimento Ambiente e Territorio per le seguenti funzioni: proposta educativa, formazione, animazione e progettazione territoriale, comunicazione e informazione.

Il Centro di Esperienza denominato “A Scuola nelle Riserve”, punto di riferimento non solo per il territorio delle Riserve, mira a realizzare interventi di educazione ambientale per studenti ed adulti, partendo dal presupposto che l’educazione ambientale deve essere pensata non solo come formazione strettamente educativa, ma anche, ed in particolar modo, come formazione di nuovi modelli culturali.

La struttura delle Riserve accredita e certificata è il “polo didattico e scientifico” di Tarsia, ubicato nel settecentesco Palazzo Rossi, opera su tutto il comprensorio delle Riserve e nei comuni limitrofi.

Per tutte le attività pregresse, si rimanda al vecchio portale

Realizzato nell’ambito del Progetto “Studio, conservazione, tutela e mantenimento delle popolazioni di Ululone appenninico (Bombina pachypus) nella Riserva naturale regionale Lago di Tarsia attraverso azioni dirette di conservazione e ripristino degli habitat, di reintroduzione  e di ripopolamento della specie in pericolo e di informazione e divulgazione”, promosso nell’ambito del P.O. FESR FSE Calabria 2014/2020 promosso dalla Regione Calabria – Dipartimento Ambiente e Territorio.

Promosso dall’Ente gestore delle Riserve in collaborazione convenzionata con il Dipartimento di Ecologia, Biologia e Scienze della Terra dell’Università degli Studi della Calabria, nell’ambito di un Protocollo d’Intesa, il Campo ha il seguente obiettivo:

    • Studio e ricerca scientifica riguardante piante autoctone dell’area dunale e retrodunale della Foce del fiume Crati e della macchia mediterranea in zone costiere, finalizzato al comportamento vegetativo in ambiente protetto da disturbi antropici”.
Chiudi il menu